GRANDI APPUNTAMENTI PER OIDA: SUL PALCO CON MOGOL, UN TRIBUTO A DE ANDRE’, LO SPETTACOLO CON IL QUARTETTO EUPHORIA, IL CAPODANNO.

L’orchestra instabile suona in tutta la provincia e a Montepulciano… tra pochi giorni la partenza per gli Stati Uniti!

E’ un anno importante quello che si trova di fronte Oida Orchestra Instabile di Arezzo. Dopo due concerti da “tutto esaurito” – l’anteprima della stagione sinfonica con l’esecuzione del Requiem di Mozart ad Arezzo in San Francesco e a Soci (Bibbiena) presso Auditorium Berrettarossa, e l’anteprima della stagione cameristica presso il Convitto Nazionale di Arezzo – l’orchestra “instabile” annuncia con grande piacere gli appuntamenti dei prossimi mesi.

I GRANDI CONCERTI. Dopo aver eseguito uno dei brani più classici delle composizioni per orchestra, il Requiem mozartiano, Oida cambia direzione e nel 2019 “gioca” con altri maestri più contemporanei. Sabato 23 febbraio alle 21 suonerà a Cortona, presso il Teatro Signorelli, in uno spettacolo dal titolo MOGOL RACCONTA MOGOL: sul palco con l’orchestra lo storico autore di Battisti e non solo con una narrazione serrata, pezzo dopo pezzo, di aneddoti e ricordi dello storico sodalizio musicale. L’orchestra eseguirà i brani più famosi i cui testi sono firmati da Mogol e saranno interpretati per l’occasione da giovani cantanti locali selezionati grazie al concorso OIDA VOICE a cui è possibile partecipare fino al 31 dicembre (regolamento sul sito www.oidarezzo.it da lunedì 10 dicembre).

Sarà sempre Cortona ad accogliere sabato 23 marzo alle 21 lo spettacolo inedito A FORZA DI ESSERE VENTO, un “viaggio” nelle musiche e nei personaggi di Fabrizio, nel ventennale della sua scomparsa, con la guida del quintetto “De André e la filosofia” per la prima volta sul palco con una formazione orchestrale. L’evento è patrocinato dalla Fondazione De Andrè e dal Centro Studi “Fabrizio De André” presso l’Università di Siena e vedrà la presenza anche di Dory Ghezzi. Lo spettacolo si ripete il giorno successivo domenica 24 marzo alle 17,30 presso il Teatro Garibaldi di Figline e Incisa Valdarno.

Nel mese di Aprile l’orchestra ritorna a partiture più classiche… ma non troppo. Lo spettacolo dal titolo OIDA, SUONAMI L’AIDA! è un divertente “dialogo” tra l’orchestra Oida al completo e l’ensemble classico-comico al femminile “QUARTETTO EUPHORIA” per la prima volta insieme. Appuntamento per venerdì 5 aprile al Teatro Spina di Castiglion Fiorentino alle 21 e domenica 7 Aprile alle 17,30 al Teatro Sole di Bibbiena.

Tutti i prezzi dei biglietti dei differenti concerti saranno pubblicati a breve nel sito di Oida con fasce di prezzo da 5 a 20 euro.

LA STAGIONE CAMERISTICA. Oltre ai grandi eventi sinfonici, Oida è impegnata fino a maggio nel programma di concerti di musica da camera, sotto la direzione artistica di Andrea Turini. Formazioni più piccole, con ospiti e giovani talenti, musiche molto varie dagli autori più classici ai più contemporanei. I concerti si tengono per la maggior parte ad Arezzo, presso la sala “Paolo Aretino” del Convitto Nazionale tranne che nel mese di Febbraio quando il “Quintetto di fiati di Oida” assieme al pianoforte di Andrea Trovato si esibiranno all’auditorium Santa Chiara di Sansepolcro (domenica 3 febbraio ore 17,30) e presso il Teatro Vasariano del Liceo Musicale di Arezzo (Domenica 17 febbraio ore 17,30). Il programma completo è consultabile sul sito di Oida.

ALTRI CONCERTI. L’attività di Oida non si ferma al cartellone della musica sinfonica e cameristica ma tanti sono gli appuntamenti nel corso dei prossimi mesi in cui l’orchestra si esibirà per la città e portando il nome di Arezzo nel mondo.

Tra pochi giorni, grazie alla collaborazione con Rondine, OIDA si esibirà negli Stati Uniti e in Canada, con concerti a New York, Washington e Toronto, nello spettacolo “Dissonanze in accordo”, che mette insieme l’Orchestra instabile con le storie dei giovani studenti internazionali della Cittadella della Pace.

Il 1 gennaio, in collaborazione con la Fondazione Guido d’Arezzo, Oida torna al Teatro Petrarca, dove ha debuttato alla sua nascita, per eseguire per il terzo anno consecutivo il CONCERTO DI CAPODANNO alle 18, con musiche di P. I. Tchaikovsky, G. Bizet, E. Elgar, J. Strauss Jr e Sr e la direzione di Andrea Fornaciari.

A fine mese, domenica 27 gennaio, l’Orchestra sarà a Montepulciano per un concerto realizzato in collaborazione con la Fondazione internazionale Cantiere d’Arte e l’Istituto di musica “H. W. Henze” con due soliste d’eccezione, Hae Joo Hahn, arpista e Jiaxin Tian, pianista.

OIDA IN BREVE. Oida è un’Orchestra nata poco più di due anni fa, dalla collaborazione e impegno delle realtà musicali e culturali più importanti del territorio aretino. Si è definita “instabile” per la volontà di misurarsi con linguaggi sempre nuovi e di andare verso direzioni innovative mantenendo sempre un ottimo livello artistico.

Le associazioni che compongono Oida sono: Associazione Guido Monaco, Kairos, Accademia Musicale Valdarnese, Opera Viwa, Quinte tra le note, So.No.Ro., Voceincanto, Orchestra Giovanile Arezzo, Scuola di Musica Le 7 Note, Spazio Seme; inoltre collabora con il Liceo Musicale. Le attività di Oida sono realizzate con il contributo e il patrocinio di: Camera di Commercio di Arezzo e Siena, Provincia di Arezzo, Comuni di Arezzo, Bibbiena, Castiglion Fiorentino, Cortona, Figline e Incisa, Castelfranco Piandiscò, Sansepolcro, Convitto Nazionale di Arezzo e sono sostenuti da Euronics e Artecerreta.

Per sostenere le attività di Oida chiunque può richiedere la Oida card, un modo semplice ma importante per condividere la crescita del progetto Oida e contribuire a realizzare sempre più eventi e iniziative che valorizzano la formazione orchestrale dei musicisti.

Leave a Reply