OMAGGIO A FABRIZIO DE ANDRE’ CON OIDA: “A FORZA DI ESSERE VENTO”

OMAGGIO A FABRIZIO DE ANDRE’ CON OIDA: “A FORZA DI ESSERE VENTO”
SABATO 23 MARZO A CORTONA
DOMENICA 24 MARZO SECONDA DATA A FIGLINE

 

È passato da poco il grande concerto di Oida Orchestra Instabile di Arezzo con Mogol – tutto esaurito e grande entusiasmo di tutti i presenti – e già è in preparazione un altro importante appuntamento: “A forza di essere vento, in viaggio con Fabrizio De André”. Si tratta di uno spettacolo inedito dedicato al grande cantautore genovese. Sarà un vero e proprio evento, un modo per ricordarlo nel ventennale della sua scomparsa attraverso le sue opere. La Fondazione a lui intitolata ha patrocinato lo spettacolo così come il Centro Studi “Fabrizio De André” presso l’Università di Siena che ha previsto anche un incontro preparatorio riservato agli studenti della sede di Arezzo.

 

“A forza di essere vento” è un “viaggio” nelle musiche e nei personaggi di De André ed ha come guida il quintetto “De André e la filosofia” (archi, tastiera, chitarra e voce) per la prima volta sul palco con una formazione orchestrale. Insieme ripercorreranno, con l’aiuto della voce narrante di Simone Zacchini, alcuni sentieri musicali e filosofici di Fabrizio de André, tra canzoni e riflessioni. Il concerto è diretto dal M° Daniele Belloni, che ha arrangiato tutti i pezzi per l’orchestra, con la voce solista di Alessandro Ristori. In scaletta alcuni tra i suoi pezzi più famosi: “La guerra di Piero”, “La canzone di Marinella”, “Creuza de ma”, “Dolcenera” e molte altre. La voce di Melania Mattii darà un colore originale ad alcune pagine in programma.

Il concerto sarà eseguito sabato 23 marzo alle 21 al Teatro Signorelli di Cortona e sarà ripetuto domenica 24 marzo alle 17,30 presso il Teatro Garibaldi di Figline, entrambe le date sono patrocinate dai rispettivi Comuni.

 

I biglietti di entrambi i concerti partono da 13,50 euro e sono acquistabili tramite Terre Etrusche http://ticketing.terretrusche.com

 

Oida è nata grazie all’impegno di 11 associazioni del territorio aretino – Associazione Guido Monaco, Kairos, Accademia Musicale Valdarnese, Opera Viwa, Quinte tra le note, So.No.Ro., Voceincanto, Orchestra Giovanile Arezzo, Scuola di Musica Le 7 Note, Spazio Seme e Liceo Musicale – che hanno messo insieme le forze per un progetto nuovo e orientato alla contaminazione dei linguaggi. La formazione orchestrale ha infatti in corso una stagione da camera con pezzi classici e allo stesso tempo si esibisce con grandi nomi come Mogol e per progetti di studio e omaggio a cantautori come Fabrizio De André. Nel dna e nella storia di Oida c’è la sperimentazione con la danza, con le arti visuali, con il teatro, nella convinzione che la musica, le arti figurative, le espressioni artistiche non possano avere confini e che uno strumento come l’orchestra Oida possa farsi promotore di un messaggio culturale ampio e diretto a tutti.

 

Oltre al supporto del comune di Cortona e di Figline e Incisa Valdarno le attività di OIDA hanno il contributo e il patrocinio di: Camera di Commercio di Arezzo e Siena, Provincia di Arezzo, Comuni di Arezzo, Bibbiena, Castiglion Fiorentino, Castelfranco Piandiscò, Sansepolcro, Convitto Nazionale di Arezzo e sono sostenuti da Euronics e Artecerreta.

 

Per sostenere Oida ognuno può contribuire aderendo alla Oida Card che permette di sostenere le attività dell’orchestra.

www.oidarezzo.it

Leave a Reply