Tutto esaurito al convitto per il primo concerto di Oida: GRANDE RISPOSTA DEL PUBBLICO, EMOZIONE IN SALA.

Quando Arezzo chiama, Arezzo risponde! Esauriti anche i posti in piedi al primo concerto

Pomeriggio affollato ed emozionante quello trascorso ieri, sabato 10 novembre al Convitto Nazionale dove si è svolto il primo concerto di Oida – Orchestra instabile di Arezzo. In programma musiche di Mozart eseguite dagli archi dell’Orchestra insieme a Alessio Sala e Alberto Dalgo al pianoforte con la direzione di Pietro Billi.

La sala era strapiena e in molti non hanno trovato posto. “Una vera soddisfazione assistere ad un concerto così partecipato – ha dichiarato Paola Butali, presidente dell’associazione Oida – i nostri musicisti, quasi tutti aretini, hanno dato vita ad un bellissimo concerto. La maggior parte dei musicisti impegnati nella nostra stagione di musica da camera sono delle nostre zone, spesso impegnati a suonare in Italia e nel mondo. E quando tornano a casa, trovare questo affetto è sempre una grande emozione. Ci dispiace molto per chi è rimasto fuori: stiamo progettando concerti e appuntamenti anche in spazi più grandi e speriamo di poter accogliere tutti”.

Anche il direttore artistico della stagione da camera Andrea Turini si è espresso in termini di soddisfazione: “Sono davvero commosso dalla calorosa risposta che il pubblico ha riservato alle belle interpretazioni dei capolavori mozartiani che abbiamo ascoltato questo pomeriggio. Le diverse personalità dei due solisti, Alessio Sala e Alberto Dalgo, supportati dalla maestrìa del direttore Pietro Billi, hanno messo in luce le tante tinte e i contrasti emotivi tipici della musica del genio salisburghese. Meraviglioso l’entusiasmo con il quale l’Orchestra Oida ha partecipato a queste esecuzioni e che è esploso nella Serenata Eine Kleine Nachtmusik con la quale si è concluso il concerto. La presenza di Oida è certamente una ricchezza per tutta la comunità e quindi invito tutti gli appassionati a sostenerla e a seguirla con fedeltà nei prossimi appuntamenti.” Invito ripreso anche dal direttore Billi che a fine esecuzione ha invitato il pubblico a sottoscrivere la Oida Card e a seguire l’Orchestra in tutti i suoi appuntamenti.

La stagione cameristica prosegue il 15 dicembre, sempre alle 17.30 alla sala “Paolo Aretino” del Convitto Nazionale di Arezzo, con gli ottoni di Oida che eseguiranno musiche di Bach, Verdi, fino ad arrivare a Morricone e Sinatra.

Oida è costituita dalle associazioni: Guido Monaco, Kairos, Accademia Musicale Valdarnese, Opera Viwa, Quinte tra le note, So.No.Ro., Voceincanto, Orchestra Giovanile Arezzo, Scuola di Musica Le 7 Note e Spazio Seme.

Tutti i concerti cameristici si tengono alle 17,30 con ingresso ad offerta libera a sostegno delle attività di Oida. Per conoscere il programma dei concerti e le modalità di sostegno dell’Orchestra Instabile di Arezzo con la Oida Card tutte le info su www.oidarezzo.it.

Leave a Reply